Blog di foto pensieri ed emozioni sul giardino e sulla natura

27 febbraio 2016

Il giardino svelato: raccontiamo i nostri giardini nello spazio e nel tempo



  Con immenso piacere presentiamo il libro dove raccontiamo   come abbiamo sviluppato il nostro  paradiso, con umile  approccio autodidatta ma profondo interesse sostenuto da lieto studio e fiero lavoro. Spinti dall’energia dell’entusiasmo e della passione, e modellati dall’esperienze dell’osservazione e dalla conoscenza che ogni anno apporta…
Un libro scritto  a più mani, perché con noi in quest’avventura cartacea ci sono altri 11 compagni di viaggio. 12 storie e realtà differenti ma con un unico comune denominatore: L’argilla della pianura padana, una crosta dura d’estate, una materia bagnata e saponosa d’inverno.
Raccontiamo i nostri giardini dalla nascita nei nostri pensieri alla realtà, nello spazio e nel tempo,rappresentato dal passare delle stagioni ma anche dagli anni…perché quando inizi a far giardino fai un viaggio che dura anni e c’è chi fa giardino da una vita!




  
Come detto il volume è condiviso e riporta le storie di 12 giardini differenti tra cui un terrazzo, giardino orto, giardino metropolitano, giardini di periferia e di campagna grandi e piccoli... un campionario di esperienze per tutti i gusti…
Molte le foto, non solo di aiuole formate e associazioni di piante, ma anche planimetrie dei nostri giardini, foto di realizzazione e momenti vissuti…

  
 
 

Le nostre esperienze da appassionati per appassionati, condensate in 12 piccoli mondi verdi, giardini o terrazzo che curiamo personalmente.
Non un libro fotografico, non un libro narrativo, non un manuale ma una miscela di tutti e tre insieme!Foto, spunti, filosofie per facilitare il giardino alle nostre latitudini. Giardini possibili, di città, periferia,campagna, grandi,piccoli, da seguire con le proprie forze. Dai nostri errori e dai nostri successi, ecco a voi i nostri spazi e le piante più adatte al nostro clima, dalle più facili alle più ricercate… un racconto diretto e  pratico.

    Il volume di 240 pagine conta più di 600 foto, in carta lucida. Edito dalla BLU edizioni, curato e pensato da Laura Caratti che non finiremo mai di ringraziare per il suo gran lavoro,oltre a tutti gli autori nostri compagni di giardini, contributo di presentazione sensibile quanto  profondo di Anna Peyron. 

Autori:Luisa Bossi,Calore Michele, Laura Caratti, Madalina Constantinescu, Daniela Della Torre, Valentina Forneris, Teresa Luciano, Claudia Maggi, Maddalena Piccinini e Filippo Guglielmo, Edoardo Santoro, Alberto Toniolo, Eddi Volpato.
Il prezzo è di 20,00 euro, può essere acquistato in libreria o da noi autori.

Per richiesta libro ed info contattaci al nostro indirizzo mail: leparadisdespapillons@hotmail.com

07 ottobre 2015

Nuovi orizzonti

IMG_295112
Dopo 3 anni dall’inizio di questo nuovo tratto di giardino, posso dire di aver terminato le piantumazioni. In realtà il giardino è sempre inconcluso, la nostra materia è viva, modifica le sue dimensioni, invecchia o si rinnova, a volte è incontrollabile, può morire… per questo si modifica sempre qualcosa, ma in linea di massima ho selezionato le varietà stabili con le quali dare l’effetto che desideravo.
P3120091    P1210004   P3230013 
   2012                                                                                  2013
IMG_8521
Settembre 2014

L’idea è nata dal fascino del cerchio. Una figura perfetta, il concetto di infinito.
Questo è (ormai meglio dire doveva essere….) l’ultimo giardino. Alla fine del corridoio quale è il mio appezzamento, dovevo pensare a qualcosa che dovesse indirizzare il visitatore verso la strada del ritorno, per riscoprire il giardino al contrario, che in effetti presenta nuove visuali e spesso è più bello perché ti ritrovi tutti i fiori con la faccia a sud, che ti guardano!
Quindi una volta intrapreso il cerchio, spesso ti ritrovi a girarlo più volte….all’ infinito, senza trovarne appunto la fine, deliziato  ogni volta da qualche dettaglio che non hai notato nel giro precedente…un profumo leggero, una rosa meno appariscente, una farfalla appena arrivata…. almeno a me capita così….stupito dalle mie stesse intenzioni… 
IMG_3006  IMG_3052 
L’idea del cerchio è ripetuta, oltre che nei percorsi e in alcune “piattaforme” di ghiaia o inerti, nelle piante, nel loro schema di piantumazione.
Cerchi, a volte frammentati per dare un po’ di quel selvaggio e naturale che amo e per rompere la rigidità e la monotonia.
Cerchi, di pennisettum villosum, cerchi di rosa midsummersnow + blue for you, cerchi di aster Blue Wonder, cerchi di pennisettum macrorum, miscanthus malepartus, di rose e altre graminacee…. cerchi di bianco, di blu, di rosa tenui…
IMG_3017
  
IMG_2984

Questo è l’effetto finale…
IMG_8349 

Già l’anno scorso, 2014, anno decisamente migliore, in piovosità, temperature e quindi sviluppi e fioriture, si presentava così.

 
IMG_8318
Sto riprendendo tutte foto relative a questo periodo, a cavallo tra settembre ed ottobre. In realtà il giardino ha molte stagioni completamente diverse. In primavera tripudio di rose, quando tutte le graminacee sono basse, d’estate hemerocallis ed erbacee….tutto è incastrato a mosaico, e tutto riprende il tema dei colori che si ripetono in ogni stagione ma con diversi stupori…
IMG_2961
    

IMG_2909


IMG_3077
Ora avendo completato da poco  il cerchio delle piantumazioni(ecco perchè all’inizio del post usavo il termine ….doveva essere l’ultimo giardino…), aspettando le crescite per l’effetto finale dell’anno prossimo, sto già lavorando a nuove idee per alloggiare nuove specie.
IMG_2916
Le rose Te sono ormai la mia fissa per questa nuova zona. Profumate, rifiorenti, delicate in fatto di fioritura ma forti al caldo secco del mio clima, io in quest’anno atroce senza pioggia per due mesi e mezzo, ho avuto belle soddisfazioni mentre il resto era detestabile.  Sono ciò che mi serve.             Ne scoprirò molte, le amo già…
L’idea è perpetuare il cerchio, come se io avessi lanciato un sasso nell’acqua (non l’avessi mai fatto! :-) ) , e scatenato quelle onde inarrestabili ( anche dentro di me) che si perpetuano sempre più ampie, colme di forza e di profumata gloria, di piante e di fiori ,  all’esterno…fino a dilagarsi  nel tramonto, fondersi negli orizzonti della campagna circostante, nel mondo…
IMG_2925


Ed ora finale Vanesse…
IMG_3087
IMG_3043
IMG_3063
IMG_3103

08 novembre 2014

I mille colori dell’autunno


IMG_9294
Ecco i primi fuochi del gran finale dell’autunno…
IMG_9310
IMG_9314
IMG_9301
La mia terra è argillosa compatta e calcarea. Ph tendente verso 8. Faccio fatica ad ottenere i rossi dalle piante. Quelle che dovrebbero essere rosse accese sfumano verso l’arancio. Ogni autunno comunque è diverso. Osservando mi pare evidente come gli  antociani presenti nei tessuti siano influenzati oltre che dal ph del suolo, dalla temperatura e dalla piovosità.
E’ bello giocare con i colori autunnali, le piante hanno qui ancora un altro peso ed un loro senso, usando  i contrasti di fusti e foglie,  i sempreverdi, le bacche, le infiorescenze secche… Stupiscono sempre, come pure le rose che ancora sbocciano fresche alle soglie delle prime brinate…
IMG_9257
Bloomfield abundance ancora apre le sue roselline,  fresca, instancabile…
IMG_9289
…come pure il pennisettum villosum associato a rosa midsummersnow!
IMG_9266
Il gioco della pioggia su panicum  hanse hermes…
IMG_9267
IMG_9270

IMG_9306
IMG_9346
…il gioco delle piume…
IMG_9349
IMG_9321
IMG_9354
IMG_9366
Autunno. Nostalgico, perchè dopo il tripudio ci mancherà il giardino fino a primavera!
IMG_9358
Al lavoro… con gli ultimi bulbi!!!